Credo sia utile, almeno per l’anima di ogni persona, considerando la particolare prova del tempo attuale, nonostante le celebrazioni eucaristiche con la partecipazione pubblica non possono essere svolte, tenere viva quell’acqua che la samaritana chiede a Gesù.

Il Pozzo di Giacobbe di Samaria

Dio è Spirito e Verità afferma Gesù davanti alla donna e ciascuno deve adorarlo in Spirito e Verità. Il digiuno eucaristico a cui i fedeli sono costretti, per il rischio di contagio, è occasione per adorare il Kyrie della storia in Spirito.

La Verità che è l’Eucaristia in quanto fa pregustare la Vita Eterna al fedele che la riceve, ora più che mai si apprezza sia provando quella salutare nostalgia e inquietudine, che ci fa rendere conto che la persona è come una canna sbattuta al vento, se non ha in sé la forza divina che soltanto il Divin Pane e la salutare Ostia può infondere.

Firma Don Luigi Buracchi
Betlemme ferito, solidarietà con l’Italia contro il Coronavirus.