«Preferisco sbagliare piuttosto per troppa bontà che per troppo rigore»

 

In questa affermazione di Francesco di Sales (1567-1622) sta il segreto della simpatia che egli seppe suscitare tra i suoi contemporanei. Il suo primo incarico, da giovane sacerdote, fu quello della parrocchia di Chablais (Svizzera), dove solo un centinaio di persone erano cattoliche, mentre il resto della popolazione aveva aderito al calvinismo.

Egli si invento un modo nuovo di predicare: faceva distribuire sotto le porte dei foglietti con pensieri religiosi. Le sue armi in questa impresa furono la preghiera, il digiuno, l’elemosina e soprattutto la mitezza! In cinque anni riesci a far tornare alla fede tutta la popolazione. 

Anticipatore dell’universale chiamata alla santità diceva:

Dovunque ci troviamo, possiamo e dobbiamo aspirare alla vita perfetta

Il 24 Gennaio la Chiesa ricorda San Francesco di Sales