Per quello che mi è stato insegnato, dopo tre volte che si ripete un evento: esso diventa una tradizione. Questo, a me personalmente, come Coordinatore Telethon della provincia di Arezzo, mi rende molto felice, perché è in momenti come questo che si percepisce il significato di Solidarietà. La Solidarietà di un popolo; un popolo unito da 13 associazioni di volontariato, che con i loro responsabili, annualmente, rendono possibile tutto questo.

Coordinatore Telethon della Provincia di Arezzo, Lorenzo Barbagli.

Le parole del Coordinatore Telethon di Arezzo, Lorenzo Barbagli, dovrebbero infondere un senso di sano orgoglio a tutti i rigutinesi e a tutti i partecipanti della 3^ edizione “Rigutino con Telethon“, che anche quest’anno, consegue un traguardo importante riuscendo a donare a Telethon ben €. 3880,00. Acqua e freddo non hanno così impedito ne raffreddato la benevolenza di tutti.

La missione di Telethon, ha continuato Lorenzo Barbagli, è sì quella di organizzare raccolte fondi a favore della ricerca, ma molto più importante è saper gestire, amministrare e coordinare questi fondi in laboratori altamente specializzati e ben gestiti, da poter cosi ottenere grandi risultati nell’ambito della ricerca medica su quello che riguarda la problematica delle malattie genetiche rare.

Parte del discorso inaugurale della 3^ Edizione, tenutosi nella chiesa di Rigutino.

Grazie anche al vostro contributo, al contributo e l’impegno di tutti noi, abbiamo dato la concreta possibilità a un laboratorio di Firenze, dove una nostra concittadina, la Dott.ssa Cecilia Ferrantini lavora da anni, (insieme a tutto il gruppo che esercita la propria attività con tanto amore e con tanta dedizione) di arrivare a scoprire che la “Distrofina” (la proteina che danneggia i muscoli del corpo) può essere combattuta, e questo soprattutto per quello che riguarda l’apparato cardio vascolare dei distrofici affetti, in particolare, dalla “Distrofia Muscolare di Duchenne*“.

Sono fiero di informarvi che a breve, l’importante lavoro di questi ricercatori, che ripeto lavorano con tanto amore, verrà pubblicato, certo che potrà dare la speranza di una vita “più degna” e longeva, a tanti giovani affetti da Distrofia Muscolare Duchenne. Questa novità, per ribadire che certi risultati si ottengono con l’amore, con la volontà, con l’aiuto del Buon Dio, con il prendersi per mano e dire: signori, siamo tutti solidali. Dico grazie, ancora una volta, a tutto il popolo di Rigutino per l’onore e l’importanza che dà a questa giornata.

L’edizione del 2018 si era già conclusa positivamente, raggiungendo un traguardo soddisfacente e riuscendo a consegnare alla fondazione Telethon ben 3500,00€. Vivo l’apprezzamento dei presenti e dei volontari che sono stati, ancora una volta, motivo d’orgoglio per Rigutino.

“Più unici che rari”, lo spettacolo organizzato dal coordinamento di Arezzo della Fondazione Telethon. Servizio di Michele Francalanci per TSD Arezzo.