Doveva essere il viaggio in Bretagna, Normandia e Fiandre per Cleto, Valerio,Tiziano, Toni, Pierino e Daniele, ma il Covid li ha costretti a rivedere la loro destinazione scegliendo così di restare in Italia pedalando alcune vie di storia, fede e pellegrinaggi. . .la Via Francigena da Lucca a Bolsena e la via Romea Germanica a salire da Civita di Bagnoregio a Ferrara. . .e in mezzo l’anello del Tufo nella Maremma Toscana e nella Tuscia Viterbese, ricco di storia e testimonianze. . .e il nostro Giovanni Roberto.

MBOnline on the road

Siamo quasi costantemente su sentieri che, sulla pianura che porta a Cortona, si incrociano e condividono tratti della Via Lauretana Toscana. Raggiungiamo la stupenda Cortona nel primo pomeriggio sotto un sole a picco ed un gran caldo..la sosta e’ gradita!!! Decidiamo una variazione del percorso originale, non sara’ la sola, per arrivare ad Arezzo lungo la strada piu’ breve che passa da Castiglion Fiorentino…Prima di Arezzo pero’ vogliamo fare visita a Giovanni Roberto, Hospitalero del Rifugio a donativo la Sassaia a Rigutino e questo sara’ uno dei momenti piu’ belli  ed importanti del Cammino, un incontro con una persona unica per ospitalita’, cordialita’ e profondita’ di pensiero con la quale varrebbe la pena  fermarsi maggiormente, ma dobbiamo proseguire…con la promessa di ritornare!!!

Sito del Rifugio Pieve La Sassaia di Rigutino 

veduta aerea della pieve vecchia di s. quirico di rigutino