Cari Fratelli d’Italia,

quando vi ricatteranno con queste affermazioni (o simili):

Quando ci chiederanno: “Ma voi dov’eravate, mentre succedevano quelle cose in Grecia?”, diremo che cercavamo l’Amuchina per lavarci le mani.

Voi rispondete che stavate mangiando un involtino primavera! Anzi no: dite loro che stavate cercando di porre rimedio alla sciagura di un virus che ha messo in ginocchio la Nostra Nazione Italia, dalla sanità all’economia, passando per le relazioni umane!

Rispondete loro che la sciagura arrivò da un paese comunista, dove c’era davvero una dittatura di cui però nessuno osava protestare o perlomeno mettere in discussione (anzi qualcuno pareva andarci pure a braccetto).

Rispondete loro, che non potevamo occuparci di quello che accadeva in Grecia perché eravamo degli appestati! Perché quando abbiamo cercato di mettere in pratica dei protocolli medici (ma anche politici) universali, ci hanno dato (sempre) dei fascisti, razzisti, xenofobi ecc.!

Rispondete loro che quella povera gente era vittima di un traffico (dis)umano ignobile che NON andava sostenuto e alimentato ma interrotto immediatamente! Perché le loro vite erano in mano a “fratelli musulmani” la cui immagine non poteva essere accostata a quello dei terroristi o dei mercenari.

Rispondete loro che le vittime di guerra e i poveri non interessavano agli scrittori di farsi da cioccolatino, perché non rimuneravano le “cooperative” e perché alle “cooperative” non ci sarebbero arrivati comunque perché dimenticati…giacciono sotto le macerie o in fondo a qualche mare.

E rispondete loro che la Patria Italia si desterà ancora, e per volontà di Dio la vittoria le porgerà la chioma.

#PensandoPatria #DioPatriaFamiglia