Questa data rimarrà negli annali di Rigutino (e non solo) per la grande quantità di acqua piovuta e i danni provocati dal violento alluvione. Pioggia incessante, acqua mista a grandine, chicchi grandi come pugni. Con il passare delle ore, la violenza dell’alluvione aumentava così come i disagi e le sciagure, arrivando a creare una vera situazione d’emergenza. Una situazione mai vista prima, almeno per la nostra frazione, ma probabilmente da nessun altra. Lo stesso capo della Protezione Civile della provincia di Arezzo, Giovanni Baldini, affermò: «E’ una precipitazione a cadenza secolare» .

Un evento meteo inaspettato in uno dei mesi meno piovosi dell’anno, caddero in pochissimo tempo oltre 220 millimetri d’acqua. Sette Comuni interessati dall’emergenza, e solo nell’aretino, più di ventimila cittadini furono coinvolti. Più di 200 le richieste di intervento giunte sia ai Vigili del Fuoco che ai Vigili Urbani.

«E’ una precipitazione a cadenza secolare»

Capo Prot. Civile Giovanni Baldini

Squadre dei Vigili del Fuoco arrivarono anche da Siena e da Prato, arrivarono persino la Colonna Mobile della Regione Toscana con 20 mezzi e le idrovore per dare un valido aiuto nelle operazioni di soccorso. Per diverse ore tantissimi uomini si impegnarono per rimuovere detriti, aiutare famiglie in difficoltà e prevenire altri smottamenti, cercando di ripristinare la circolazione il prima possibile. Intere frazioni, infatti, furono colpite in pieno dall’alluvione rimanendo isolate.

Nella sciagura anche la tragedia. Piergentino Tanganelli, ex dipendente dell’Agenzia delle Entrate, collaboratore delle Acli e animatore dell’Olmoponte, conosciuto e stimato abitante di Olmo, perse la vita in una strada secondaria che porta al paese. Il corpo fu ritrovato il giorno seguente dopo ore di frenetiche ricerche: aveva 72 anni.

La nostra frazione, come quelle di Policiano, Vitiano, Frassineto, Olmo, Castiglion Fiorentino (e tanti altri paesi del Comune di Monte San Savino) hanno dovuto sopportare disagi consistenti e prolungati, per non parlare dei danni ingenti alle attività commerciali e agricoltura. Ad inizio 2020, il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha dichiarato che il fabbisogno economico per “sanare” i danni causati da queste forti piogge e conseguente alluvione, ammonta complessivamente a oltre 31 milioni di euro.

Andato in onda 08 Agosto 2019, la vicenda del Ristorante Pizzeria Pub “I 3 Gatti” di Rigutino a dimostrazione della grande forza d’animo degli aretini.